Tempo di lettura: 6 minuti

Il miglior conto deposito conviene rispetto ad altri strumenti?

Prima di interessarmi di finanza pensavo che il miglior modo di investire fosse il conto deposito, uno strumento finanziario che permette di ottenere una rendita a fronte di una quota depositata in banca. Questa quota può essere libera o vincolata a seconda della proposta fatta dalla Banca.

Il mio interesse verso il conto deposito era dovuto al fatto che questo è caratterizzato da rischi relativamente bassi rispetto ad altri strumenti. Il più grande rischio, infatti, potrebbe essere che la Banca non sia in grado di mantenere gli impegni presi e quindi di non restituire i soldi dovuti al proprio cliente.

In questo caso i capitali sono garantiti dal Fondo di garanzia dei depositi fino a un massimo di 100,000 euro. Nonostante ciò, non mi farebbe piacere dovermi trovare in una situazione simile, e non è detto che le leggi cambino in futuro.

Detto ciò, sono andato ad analizzare i dati riportato sul sito confrontaconti.it per cercare di capire quale fosse il miglior conto deposito disponibile oggi (Giugno 2020) sul mercato.

Miglior Conto Deposito

Sono andato così a fare diverse simulazioni per capire cosa proponessero le varie banche relativamente ai rendimenti conti deposito.

Prima di andare a vedere i rendimenti proposti c’è da fare un appunto.

Ritornando ai rischi di insolvenza delle Banche, anche qui vale la legge: alti rendimenti = alti rischi.

Per il conto deposito questo significa che i rendimenti proposti dai vari istituti sono direttamente proporzionali allo stato di salute dell’istituto stesso. Ovviamente il discorso è valido a meno di temporanee promozioni che possono verificarsi saltuariamente.

Ritornando quindi all’analisi sul miglior conto deposito online e non vediamo che un deposito di 5000 euro fatto per meno di 24 mesi può rendere al massimo 100 euro (spese incluse). A questi 100 euro vanno sottratte le tasse del 26% sul guadagno.

Allungando l’arco temporale a 5 anni, invece, si può sperare in un massimo di 400 euro sempre al lordo delle tasse.

Miglior Conto Deposito - Ritorno con capitale di 5000 euro
Ritorno di diversi conto deposito con capitale di 5000 euro

Se si proseguisse con l’esercizion confronta conti deposito si potrebbe vedere che raddoppiando la cifra del deposito, considerando quindi 10000 euro, non c’è alcun extra rendimento. Quindi i guadagni raddoppiano rispetto al caso di precedente.

Miglior Conto Deposito - Ritorno con capitale di10000 euro
Ritorno di diversi conto deposito con capitale di 10000 euro

A dirla tutta, 800 euro in 5 anni avendo 10000 euro bloccati non mi sembra molto allettante.

Il grafico in basso, infine, vuole mostrare come cambiano le proposte di vari enti al variare del periodo di giacenza del proprio capitale.

Miglior Conto Deposito - Variazione guadagno al variare della durata
Variazione guadagno al variare della durata del Conto Deposito

Conto deposito vs Obbligazioni

Proviamo a vedere rendimenti di altri strumenti relativamente poco rischiosi rispetto al miglior conto deposito individuato.
La prima cosa che mi viene in mente sono le obbligazioni statali.

Negli ultimi anni, però, i rendimenti degli stati più solidi sono negativi: gli investitori che acquistano questi strumenti e li mantengono fino a scadenza sono quindi sicuri che avranno una perdita.

Tabella rendimento Obbligazioni Statali
Tabella rendimento Obbligazioni Statali

Il caso della Svizzera è emblematico: titoli di stato a 50 anni rendono un -0.19%. Ecco che addirittura il miglior conto deposito proposto sopra a confronto potrebbe apparire allettante.

Conto deposito vs BTP Italia 2020

Proviamo a confrontare ora il conto deposito con un altro strumento molto di moda nell’ultimo periodo: BTP Italia emissione emergenza Covid19.

Il rendimento minimo proposto da tale strumento è del 1.4% a cui si va ad aggiungere un premio legato all’inflazione. Tralasciando il “premio fedeltà” dell’ 8xmille del capitale investito. Questo, infatti, è riservato solo ai risparmiatori privati che acquistando a maggio lo detengano fino scadenza. Ho provato a calcolarmi il potenziale guadagno che avrei potuto ottenere investendo 1000 euro.

Proviamo quindi a calcolarci quanto ci renderebbe la prima cedola, che ricordiamo essere semestrale.

Al rendimento del 1.4% va sommato infatti l’impatto dell’inflazione misurato tramite l’indice FOI dell’ISTAT. Ad oggi tale indice prevede un’inflazione del 0.4% annuale. Secondo queste ipotesi avremmo quindi:
Rivalutazione del capitale dovuto all’inflazione dello 0.2% (la metà di 0.4% siccome stiamo ragionando in base semestrale). Ai 1000 euro quindi vanno aggiunti 2 euro di rivalutazione del capitale
Rivalutazione del tasso dovuto all’inflazione sempre del 0.2%. Quindi allo 0.7% semestrale di interesse del BTP dobbiamo moltiplicare lo 0.2% di inflazione, per un totale di 0.701%, quindi 7 euro circa.

Calcolo rendimento BTP Italia Covid-19
Calcolo rendimento BTP Italia Covid-19

A ciò vanno sottratte le tasse che, a differenza di altri strumenti, sono da considerarsi pari al 12.5%.

I rendimenti in questo caso sono quindi migliori rispetto ad altre obbligazioni statali e ai conto deposito ma comunque davvero bassi. Non è qualcosa che io prenderei in considerazione a dire il vero.

Conto deposito vs ETF obbligazionari

Gli ETF per loro natura permettono di differenziare. Permettono quindi tramite un unico strumento di acquisire un paniere di titoli di stato e non affidarsi ad uno solo di questi.

Inoltre, per esercizio ipotizziamo di acquistare un ETF con sottostante i titoli di stato italiani a 5 anni. Questo ETF non andrà mai a scadenza come le obbligazioni. Dopo 3 anni infatti il nostro ETF sarà sempre legato a obbligazioni con scadenza quinquennale.

Per dirla in maniera semplice:
Con le obbligazioni, se portate a scadenza, sappiamo quanto andremo a prendere a meno di default dell’emittente
Con gli ETF, invece, il guadagno sarà legato all’andamento dei tassi e, quindi, dal delta prezzo dello strumento tra acquisto e vendita.

Proviamo quindi a vedere il rendimento di alcuni di questi ETF Obbligazionari

iShares Italy Government Bond UCITS

ETF che replica i titoli di stato italiani denominati in Euro a varie scadenze.
Capitalizzazione: 931 Mln di euro
TER: 0.2%

Scadenze componente obbligazionaria%
Da 1 a 3 anni23.48
Da 3 a 5 anni18.74
Da 5 a 7 anni11.58
Da 7 a 10 anni15.60
Da 10 a 15 anni11.52
Da 15 a 20 anni8.01
Da 20 a 30 anni8.67
Oltre 30 anni1.51
Composizione portafoglio – ETF iShares Italy Government Bond UCITS

Negli ultimi 5 anni ha reso circa il 17% a cui vanno aggiunte le tasse del 12.5% oltre al costo dello strumento stesso (TER indicato sopra).

Rendimento ultimi 5 anni - ETF iShares Italy Government Bond UCITS
Rendimento ultimi 5 anni – ETF iShares Italy Government Bond UCITS

iShares J.P. Morgan EM Local Government Bond UCITS

ETF che replica i titoli di stato globali di tutte le scadenze, che sono stati emessi nei mercati emergenti.
Capitalizzazione: 6199 Mln di euro
TER: 0.5%

Paese% su Portafoglio
BRASILE1.97
BRASILE1.58
BRASILE1.50
SUD AFRICA1.44
BRASILE1.11
MESSICO0.99
BRASILE0.98
MESSICO0.98
SUD AFRICA0.96
MESSICO0.94
Composizione portafoglio – ETF iShares J.P. Morgan EM Local Government Bond UCITS

Negli ultimi 5 anni ha reso circa il 5% globale a cui vanno aggiunte le tasse del 26% oltre al costo dello strumento stesso (TER indicato sopra)

Rendimento ultimi 5 anni - ETF iShares J.P. Morgan EM Local Government Bond UCITS
Rendimento ultimi 5 anni – ETF iShares J.P. Morgan EM Local Government Bond UCITS

In conclusione

Come si sarà capito, non sono un fan dei conti deposito online e non, ho comunque voluto fare un overview di quello che presenta il mercato e soprattutto di quello che è ad oggi il miglior conto deposito per rendimento.

Neanche le singole obbligazioni dei vari stati mi fanno impazzire onestamente, credo sia uno strumento che si addica alla persona che non vuole rischiare molto e tener parcheggiato una somma di denaro per un determinato periodo di tempo.

Non dimentichiamoci poi che gli italiani hanno davvero scarsa propensione al rischio per natura, questione che ho provato ad analizzare in quest’articolo.

Degli ETF obbligazionari, invece, possono essere utili all’interno di un portafoglio diversificato come può essere l’All Weather di Ray Dalio.

Ti è piaciuto questo articolo? Aiutaci a crescere! Condividilo sui social:

Dicci la tua lasciando un commento!