Tempo di lettura: 5 minuti

Pagare i debiti può essere il primo investimento

Mi capita spesso di sentire persone interessate a come si guadagna con gli investimenti.
Spesso questo tipo di persone parla di “giocare in borsa” nel vero senso della parola. Quasi come uno scommettitore parla di una partita di calcio.
Meno frequentemente, però, sento parlare di debiti.
Le persone sono spesso focalizzate a guadagnare investendo ma dimenticano che pagare i debiti può essere il miglior investimento che si possa fare.

Pagare i debiti per evitare di pagare gli interessi a cui essi sono associati

Come indicato dal sito Money Healt Solutions, pagare i propri debiti può essere visto come un investimento garantito: riscattare un debito vuol dire esser certi di ridurre l’importo dovuto all’ente finanziatore, di avere più soldi rispetto al preventivato.

Negli investimenti, invece, nulla è garantito. Prendete l’esempio del crollo dei mercati in piena pandemia coronavirus.

Chi si sarebbe mai aspetto una cosa del genere?

Pagare un debito o investire?
Pagare un debito o investire?

Per cosa ci indebitiamo?

Ormai i finanziamenti o il pagamento a rate sono diventati la normalità.

Chi non ha pagato la propria auto a rate?

Chi non ha avuto accesso a un mutuo per l’acquisto della prima casa?

Andando a vedere le statistiche riportate da UnipolSai, anche se relative al 2015, possiamo notare che il 71% degli italiani paga l’auto a rate. Percentuale che sta andando ad aumentare nel corso degli anni.

Quello che personalmente mi ha impressionato di questo studio è che il 23% paga a rate le cure mediche. Credo, addirittura, che negli anni questa percentuale sia aumentata.

pagare i debiti: Come gli Italiani acquistano a rate
Come gli Italiani acquistano a rate

Ritorniamo al caso classico dell’acquisto dell’auto

Un articolo del Corriere ci mostra cosa vuol dire comprare un’auto a rate.

La prima cosa che si deve considerare sono i costi aggiuntivi per il finanziamento: l’indice del costo totale del finanziamento è il TAEG (Tasso Annuo Effettivo Globale).

Questo si differenzia dal TAN (Tasso Annuo Nominale) proprio perchè include tutti i costi del finanziamento: il TAEG quindi include il TAN più le altre spese (ad esempio le spese di gestione).

TAEG vs TAE
TAEG vs TAE

Valutiamo ora l’impatto di diversi tipi di finanziamento per l’acquisto di 3 diversi titpi di auto.

I finanziamenti variano per entità, durata e ente: finanziaria, banca, concessionaria.

Acquisto di un'auto con finanziamento
Acquisto di un’auto con finanziamento

Al di là dei vari dati interessanti, ai fini di questo articolo siamo prettamente interessati all’ordine di grandezza del costo del finanziamento.

Il costo del finanziamento di un’auto dipenderà principalmente da:
– Ente finanziatore
– Importo del finanziamento
– Durata del finanziamento

Quello che voglio mettere in evidenza si vede bene nel grafico con il caso della Nissan finanziata tramite banca: qualora riuscissimo a pagare il debito in anticipo riusciremmo a risparmiare anche 2000 € circa in 3 anni.

Con un investimento di 10,000 euro in 3 anni dovremo sperare in una rendimento netto annuo del 6.3% circa, non impossibile ma neanche facile.

La domanda quindi che ci dobbiamo porre è: preferiamo risparmiare 2000 euro sicuri in 3 anni o sperare in un investimento che renda il 6.3% circa annuo?

Non solo auto

L’uso della carta di credito revolving, ad esempio, è sempre più presente.

In breve, queste sono carte di credito che permettono l’acquisto di un bene a rate.

Un articolo del Corriere.it ci offre una tabella dettagliata dove vengono mostrati i i costi legati a questo tipo di servizio.

Interessi carta di credito revolving
Interessi carta di credito revolving

In questo caso parliamo di interessi medio pari al 18.67% annuo, con punte massume del 24.03%.

Per avere un metro di paragone: i finanziamenti delle auto viste sopra arrivano al 11% circa, i mutui prima casa arrivano al 2%

Certo non siamo ai livelli degli Americani come utilizzo ma comunque è un fenomeno che va tenuto sott’occhio.

Pagare i debiti o investimento: le strategia per scegliere l’opzione migliore

In linea generale dovremmo pagare i debiti lì dove il tasso d’interesse supera il rendimento che ci aspettiamo di uno strumento finanziario.

La cosa difficile però è riuscire a prevedere il rendimento

Pagare i debiti vs diversi tipi di investimenti
Paga prima i debiti con maggior interesse

Detto ciò, ho trovato due strategie che a mio avviso vale la pena approfondire relative a come pagare i debiti.

Prima strategia: blog Financial Samurai

La strategia riportata dal famoso blog di finanza personale americano è davvero molto semplice.

L’idea consiste nel pagare un debito alla volta partendo da quello caratterizzato da un interesse più elevato.

Prendiamo quindi questo interesse e lo moltiplichiamo per 10.

Questo sarà la percentuale di budget che dovremo usare per estinguere il debito. La rimanente parte del budget verrà utilizzata per investire.

Facciamo un esempio. Ipotizziamo di avere acquistato un’auto e di dover pagare alla finanziaria un interesse del 6%.

Seguendo questa regola dovremo impiegare il 60% del nostro budget per estinguere la finanziaria quanto prima e il rimanente per i nostri investimenti in borsa.

Per interessi maggiori del 10% dovremmo impiegare tutto il nostro budget per pagare i debiti.

Metodologia pagamento debito Financial Samurai
Metodologia pagamento debito Financial Samurai

Seconda strategia: la palla di neve di debito di Dave Ramsey 

Questa è una strategia che si basa sulla psicologia umana più che su un metodo matematico su come uscire dai debiti. Viene definita The Debt Snowball Method cioè “la palla di neve di debito”.

Questa strategia prevede un approccio completamente opposto.

Infatti, Dave Ramsey propone di elencare i debiti dal più piccolo al più grande.
A questo punto si dovranno pagare le rate standard per tutti i debiti che si hanno ad eccezione del più piccolo.

Questo andrà estinto quanto prima.

Una volta estinto il debito minore si procederà con il successivo fino a che anche l’ultimo debito verrà ripagato.

In questo modo si giocherà sul fattore psicologico legato alla soddisfazione di aver concluso in un tempo relativamente breve un proprio obiettivo.

Questa strategia può essere assimilata a quella descritta da John Doerr in Measure What Matters.

Metodologia pagamento debito Dave Ramsey
Metodologia pagamento debito Dave Ramsey

In conclusione

Finanza personale non significa unicamente investire i propri soldi.

Bisogna fare prima di tutto un check delle proprie finanze a partire dai debiti. Avere dei debiti elevati e, soprattutto, a interessi elevati è davvero una pessima abitudine.

I mutui prima casa, ad esempio, hanno raggiunto un tasso talmente basso che spesso non conviene estinguerlo. Viceversa, le finanziarie per l’acquisto di un’auto hanno interessi talmente alti che è meglio sbarazzarsene quanto prima.

Il blog Financial Samurai e Dave Ramsey hanno proposto 2 strategie completamente opposte ma entrambe valide, sta al singolo individuo scegliere un approccio matematico piuttosto che uno più legato alla psicologia.

Forse la degna conclusione di quest’articolo può riassumersi così: fatevi bene i conti in tasca!

Ti è piaciuto questo articolo? Aiutaci a crescere! Condividilo sui social:

Dicci la tua lasciando un commento!