Tempo di lettura: 5 minuti

Si può investire come Warren Buffett e copiare i migliori?

In un precedente articolo ho evidenziato che la maggior parte dei fondi attivi non riesce a battere il mercato. A questo punto mi sono chiesto: può un semplice privato investire come Warren Buffett? E come investe Warren Buffett.

All’interno del libro “ A comparative study of the world’s greatest investors” quest’argomento viene trattato nel dettaglio. In particolare ci viene mostrato chi sono i grandi fondi che battono il mercato con consistenza dei risultati.

Come hanno performato diversi fondi attivi rispetto S&P500
Fondi attivi vs S&P500

In particolare, analizzando nel dettaglio i risultati di Buffett dal 1987 al 2019, come riportato in quest’articolo da MarketWatch, si nota che questi sono stabilmente superiori al S&P500 sia nei mercati in crescita (bull) che in decrescita (bear).

Investire come Warren Buffett? Come ha performato la Berkshire rispetto S&P500 in diversi fasi bull e bear del mercato
Analisi rendimenti di Buffett vs S&P500

Incuriosito dai sui strabilianti risultati, sono andato a cercare i titoli che compongono il suo portafoglio azionario sul blog GuruFocus.

Investire come Warren Buffett? Come è composto il portafoglio di Warren Buffett?
Portafoglio di Buffett

Analizzando quindi nel dettaglio, capiamo che l’oracolo di Omaha (così come è soprannominato) ha investito nei seguenti settori:
Financials: 46.04%
Information technology: 25.96%
Consumer staples: 15%
– Transports: 4.71%
– Communications: 3.79%
– Consumer discretionary: 2.07%
– Healthcare: 1.18%
– Energy: 0.56%
– Materials: 0.34%
– Real estate: 0.32%

La maggior parte delle azioni di Buffett si concentrano in 3 settori principali.

Pareto dei settori del portafoglio di Buffett

In particolare:

Finanzario: oltre ai titoli storici American Express e Wells Fargo , circa il 14% del portafoglio azionario è caratterizzato da Bank of America.

Information Technology: quasi l’intera porzione del portafoglio della Berkshire legato a questo settore è relativa a un’unica azione: Apple.

Beni Primari: anche qui possiamo identificare questo settore con una azione principale, anch’essa storica all’interno del portafoglio di Buffett, Coca Cola.

Per chi volesse studiare la metodologia di investimento di Buffett consiglio un famosissimo libro di Benjamin GrahamThe intelligent investor“, che si trova anche nella versione in italiano. E’ davvero un vademecum che ogni investitore o, come me, aspirante tale dovrebbe avere in casa.

Come ben descritto in Wikipedia, nel libro Graham enuncia 7 regole di base che l’investitore deve seguire nella selezione dei titoli azionari:

  1. adeguata dimensione dell’azienda – Graham suggerisce di prendere in considerazione solo le società che abbiano un fatturato non inferiore ai 100 milioni per le aziende industriali e non inferiore ai 50 milioni per le utility (occorre considerare che Graham scrive all’inizio degli anni ’70), escludendo le piccole società, in quanto esse sono più vulnerabili ad eventuali vicissitudini;
  2. situazione finanziaria sufficientemente solida – Il totale degli asset deve essere almeno il doppio dell’indebitamento;
  3. stabilità degli utili – l’azienda deve aver prodotto utili almeno negli ultimi 10 anni;
  4. pagamento dei dividendi – i dividendi devono essere stati distribuiti ininterrottamente per almeno 20 anni;
  5. crescita degli utili – gli utili devono essere aumentati di almeno un terzo negli ultimi 10 anni;
  6. moderato rapporto prezzo/utili – il prezzo corrente delle azioni deve eguagliare non più di 15 volte l’ammontare degli utili medi relativi agli ultimi 3 anni;
  7. moderato rapporto prezzo/valore contabile degli asset – il prezzo corrente delle azioni non deve essere superiore a 1,5 volte il valore contabile degli asset

A questo punto mi sono posto la seguente domanda:

Ma se semplicemente mi limitassi a a investire come Warren Buffett?

Se cioè mi limitassi a compare le stesse azioni di Buffett?

Un bellissimo studio di Gerald Martin ci dimostra che non sarebbe stata proprio una brutta idea.
In questa tesi, infatti, vengono confrontati i risultati ottenuti dal 1976 al 2006 tra:

  • le azioni Berkshire Hataway (cioè il valore dell’azione del fondo posseduto da Buffett),
  • il valore cumulato delle azioni all’interno del portafoglio della Berkshire
  • un portafoglio specchio che mima gli stessi movimenti e S&P500.
Investire come Warren Buffett - Andamento di un portafoglio specchio
Berkshire vs Portafoglio Specchio

Si può notare che le performance del portafoglio specchio sono più basse di quelle delle azioni Berkshire e del paniere di titoli al suo interno ma comunque molto più alto dello S&P500.

Un articolo di MarketWatch è statto fatto un altro esercizio molto interessante: con dei backtest (simulazioni fatte con dati storici), sono state simulate le performance di un portafoglio caratterizzato dalle principali azioni possedute dalla Berkshire dal 2000 al 2014.

Quali sono le azioni principali del portafoglio di Buffett?
TOP 10 azioni Berkshire

Le 2 principali ipotesi fatte nel backtest sono quindi:
Allocazione del portafoglio ugualmente pesato in modo da riflettere coerentemente la TOP 10 di Buffett
Allocazione ribilianciata ogni quadrimeste per seguire le percentuali del portafoglio principale. Questo perchè le società come la Berkshire devono pubblicare il loro resoconto al massimo dopo 45 giorni la fine di ogni quadrimestre.

Cl
Andamento di un portafoglio clonato con le TOP 10 di Berkshire

Attenzione: esistono delle limitazioni nel copiare Warren Buffet

Se volessimo investire come Warren Buffett dovremmo tenere in conto di alcune limitazioni

Compreremmo le stesse azioni quando verranno confermati e pubblicati i vari movimenti, quindi con un certo ritardo
– Il portafoglio delle Berkshire Hathaway è molto diversificato, ci vorrebbero dei fondi molto alti per poter replicare al 100% lo stesso paniere di titoli, anche se in scala
– Gli investitori istituzionali piazzano grandi ordini e, conseguentemente, saranno esposti a costi molto più bassi rispetto al singolo
– Gli investimenti fatti da Buffett sono da intendere per un lungo periodo, è difficile pensare che il singolo investitore possa avere lo stesso target di tempo.

In conclusione

Più che investire come Warren Buffett semplicemente comprando le stesse azioni che compra lui credo sia importante capire i principi e il perché compia determinati movimenti. Una volta interiorizzato i principi potremmo pensare di applicarli per una piccola parte del nostro portafoglio.

Ti è piaciuto questo articolo? Aiutaci a crescere! Condividilo sui social:

Questo articolo ha 2 commenti.

  1. Francesco

    Cos’è l’S&P500?

    1. francesco

      Ciao Francesco, sempliciticamente considera lo S&P 500 un paniere di titoli azionari americani di altrettante società quotate a New York che vengono selezionate da un apposito comitato. Insomma, possiamo dire che rappresenta le 500 migliori aziende appartenti a tutti i settori. Tale lista viene continuamente aggiornata dal comitato. A questo link trovi la lista attuale: https://en.wikipedia.org/wiki/List_of_S%26P_500_companies

Dicci la tua lasciando un commento!