Tempo di lettura: 5 minuti

Vantaggi e svantaggi del buono fruttifero postale

Un altro investimento molto amato dagli italiani è il buono fruttifero postale.

Sento spesso storie di buoni postali stipulati dai nonni che hanno dato rendimenti a doppia cifra. Oggi un rendimento del genere è davvero difficile da ottenere, per questa ragione ho voluto provare ad approfondire questo tipo di investimento per capire se le condizioni sono ancora valide.

Andando sul sito delle Poste Italiane è possibile avere subito un’idea sulle proposte che vengono fatte, in particolare:
– 3×2
– Rinnova
– 3×4
– 4×4
– Ordinario
– 4 anni risparmiosemplice
– Soluzione Eredità
– Dedicato ai minori

Una cosa molto utile che ci offre il sito delle Poste è la possibilità di fare delle simulazioni per poter capire quanto andremmo a guadagnare qualora decidessimo di acquistare un buono fruttifero postale proposto. Di seguito ho riportato un sunto dei primi 5 che ritengo più interessanti.

Buono Fruttifero Postale: 3×2

Il Buono 3×2 è rivolto a chi ha intenzione di tenere fermo il capitale per un massimo di 6 anni. Inoltre, questo buono fruttifero postale offre la possibilità di un’uscita anticipata dopo 3 anni ma con rendimenti dimezzati.

Periodo di possessoRendimento effettivo annuo lordo
alla fine del 3° anno0.35%
alla fine del 6° anno0.70%
Rendimento – Buono Fruttifero Postale 3×2

Di seguito la simulazione offerta dal sito di Poste Italiane considerando 1000 euro investiti. Quello che viene mostrato è quello che si otterrebbe qualora si decidesse di richiedere il rimborso in una della finestre di uscita.

DataAnniMesiInteressi Maturati LordiRitenuta FiscaleMontante Liquidato
05/07/202000000.000.001,000.00
05/07/2023030010.541.321,009.22
05/07/2026060042.745.341,037.40
Simuazione – Buono Fruttifero Postale 3×2

Buono Fruttifero Postale: Rinnova

Per chi avesse già in proprio possesso almeno 1 buono fruttifero postale scaduto a partire dal 1° Maggio 2020 e rimborsato, Poste offre la possibilità di acquistare questo prodotto “fedeltà”. Il rendimento a 3 anni è minore del buono 3×2, mentre se si decidesse di portare il titolo a scadenza dopo 6 anni si otterrebbe l’1% di guadagno rispetto allo 0.7% del caso precedente.

Periodo di possessoRendimento effettivo annuo lordo
alla fine del 3° anno0.25%
alla fine del 6° anno1.00%
Rendimento – Buono Fruttifero Postale Rinnova

Di seguito la simulazione offerta dal sito di Poste Italiane considerando 1000 euro investiti. Quello che viene mostrato è quello che si otterrebbe qualora si decidesse di richiedere il rimborso in una della finestre di uscita.

DataAnniMesiInteressi Maturati LordiRitenuta FiscaleMontante Liquidato
05/07/202000000.000.001,000.00
05/07/202303007.520.941,006.58
05/07/2026060061.527.691,053.83
Simulazione – Buono Fruttifero Postale Rinnova

Buono Fruttifero Postale: 3×4

Per chi si sente di tenere bloccato il capitale per 12 anni hanno creato il buono 3×4. In questo caso si ha la possibilità di uscita ogni 3 anni ottenendo rendimenti crescenti.

Periodo di possessoRendimento effettivo annuo lordo
alla fine del 3° anno0.35%
alla fine del 6° anno0.50%
alla fine del 9° anno1.00%
alla fine del 12° anno1.50%
Rendimento -Buono Fruttifero Postale 3×4

Di seguito la simulazione offerta dal sito di Poste Italiane considerando 1000 euro investiti. Quello che viene mostrato è quello che si otterrebbe qualora si decidesse di richiedere il rimborso in una della finestre di uscita.

DataAnniMesiInteressi Maturati LordiRitenuta FiscaleMontante Liquidato
05/07/202000000.000.001,000.00
05/07/2023030010.541.321,009.22
05/07/2026060030.383.801,026.58
05/07/2029090093.6911.711,081.98
05/07/20321200195.6224.451,171.17
Simulazione – Buono Fruttifero Postale 3×4

Buono Fruttifero Postale: 4×4

Buono con orizzonte temporale ancora più lungo: 16 anni con flessibilità di rimborso ogni 4 anni, sempre pagando questa flessibilità con un rendimento minore.

Periodo di possessoRendimento effettivo annuo lordo
alla fine del 4° anno0.40%
alla fine del 8° anno0.75%
alla fine del 12° anno1.25%
alla fine del 16° anno1.75%
Rendimento – Buono Fruttifero Postale 4×4

Di seguito la simulazione offerta dal sito di Poste Italiane considerando 1000 euro investiti. Quello che viene mostrato è quello che si otterrebbe qualora si decidesse di richiedere il rimborso in una della finestre di uscita.

DataAnniMesiInteressi Maturati LordiRitenuta FiscaleMontante Liquidato
05/07/202000000.000.001,000.00
05/07/2024040016.102.011,014.09
05/07/2028080061.607.701,053.90
05/07/20321200160.7520.091,140.66
05/07/20361600319.9339.991,279.94
Simulazione – Buono Fruttifero Postale 4×4

Buono Fruttifero Postale: Ordinario

Per avere una maggiore flessibilità di rimborso, cioè avere la possibilità di rimborso annuale è stato creato il buono ordinario. La durata a scadenza di tale buono è di 20 anni con rendimenti crescenti man mano che si va avanti con gli anni.

Periodo di possessoRendimento effettivo annuo lordo alla fine di ciascun periodo di possessoPeriodo di possessoRendimento effettivo annuo lordo alla fine di ciascun periodo di possesso
alla fine del 1°anno0.05%nell’11° anno0.95%
nel 2°anno0.05%nel 12° anno1.00%
nel 3°anno0.05%nel 13° anno1.04%
nel 4°anno0.05%nel 14° anno1.07%
nel 5°anno0.31%nel 15° anno1.10%
nel 6°anno0.50%nel 16° anno1.12%
nel 7°anno0.64%nel 17° anno1.16%
nel 8°anno0.75%nel 18° anno1.19%
nel 9°anno0.83%nel 19° anno1.22%
nel 10°anno0.90%nel 20° anno1.25%
Rendimento – Buono Fruttifero Postale Ordinario

Di seguito la simulazione offerta dal sito di Poste Italiane considerando 1000 euro investiti. Quello che viene mostrato è quello che si otterrebbe qualora si decidesse di richiedere il rimborso in una della finestre di uscita.

DataAnniMesiInteressi Maturati LordiRitenuta FiscaleMontante Liquidato
05/07/2030100093.4711.681,081.79
05/07/20402000281.5735.201,246.37
Rendimento – Buono Fruttifero Postale Ordinario

Confronto tra le varie proposte

Volendo confrontare i vari buoni fruttiferi postali in termini di guadagno a scadenza otterremo il quadro descritto in figura in basso. In questo caso sono stati riportati i guadagni considerando un investimento di 1,000 euro.

Buono Fruttifero Postale a confronto
Buono Fruttifero Postale a confronto

Vantaggi e Svantaggi

I principali vantaggi di questo strumento finanziario possono essere così riassunti:
– Capitale Garantito a meno di cataclismi. Questi buoni sono infatti garantiti da Cassa Depositi e Prestiti quindi, a meno di un fallimento dello Stato Italiano, sono garantiti
Non ci sono costi per le varie operazioni, neanche quelli strani come nel caso delle Polizze.
Ritenuta fiscale del 12.5%

Va sottolineato che, qualora non dovessero essere soddisfatte le finestre di uscita minime e si decidesse di richiedere il rimborso prima non si avrebbe diritto alla quota di interessi offerta.

Gli svantaggi, invece, sono tutti legati ai rendimenti.

In molti casi a pari rischio i rendimenti sono più bassi dei BTP. In più, se dovessi pensare di tenere bloccata una somma per più di 10 anni non vedo proprio il senso di investire in questi strumenti che rendono davvero poco.

Proviamo a fare un esempio per capire meglio questo discorso.

Se 10 anni fa avessi investito in un ETF azionario globale come iShares MSCI World (L’indice MSCI World replica i titoli azionari di 23 paesi sviluppati di tutto il mondo) avrei ottenuto un rendimento del 180%. Questo avrebbe trasformato i miei 1,000 euro in 2,800 euro lordi. Considerando una tassazione al 26% sono equivalenti a circa 2,300 euro netti.

Buono Fruttifero Postale vs MSCI World
Rendimento MSCI World ultimi 10 anni

In conclusione

Sono finiti i tempi belli in cui i buoni fruttiferi poste regalavano rendimenti a doppia cifra, così come i BTP. Ormai quello che ci offre Poste Italiane sono rendimenti che al vanno sotto del 2%. Se dovessi pensare di tenere bloccati una certa cifra per tanto tempo opterei per qualcosa di più aggressivo come il caso di un ETF azionario globale.
Se dovessi pensare a un nipote che ha una vita davanti l’ultima cosa che farei è regalargli uno strumenti finanziario del genere.

Insomma, come nel caso delle Polizze Vita o Conto Deposito, sfrutterei meglio i miei soldi in strumenti finanziari che mi permettono di avere rendimenti molto maggiori a fronte di un rischio ponderato maggiore.
Come nel caso delle Polizze, qualora non fossi convinto magari quei 1,000 euro li userei per qualche corso o libro di finanza. Questo in futuro mi permetterebbe di avere rendimenti più alti.

Ti è piaciuto questo articolo? Aiutaci a crescere! Condividilo sui social:

Dicci la tua lasciando un commento!